header

Dal 2004 nella Valle di Comino c'è un modo diverso di fare la spesa. Il G.A.S. (Gruppo di Acquisto Solidale) Valcomino si propone a quanti, abitando nei comuni del nostro territorio, intende fare acquisti senza passare per intermediari, negozi, supermercati o centri commerciali. Una spesa a Km 0, critica, consapevole, solidale con i produttori.

Il GAS Valcomino è un gruppo aperto ed informale, composto da famiglie che hanno deciso di incontrarsi per acquistare insieme prodotti alimentari e di uso comune, da ridistribuire tra loro senza scopo di lucro e senza compensi per nessuno dei partecipanti. Ci dividiamo equamente le spese di spedizione dei prodotti, laddove presenti.
L'acquisto poggia sul concetto di consumo critico, che per noi significa esaminare i singoli prodotti e le aziende produttrici per comprendere se i prodotti sono sicuri e genuini, se viene rispettato l'ambiente, gli animali, il rispetto delle normative ambientali ma anche fiscali e la tutela dei lavoratori coinvolti.
Per i prodotti che non troviamo in zona ci riforniamo all'esterno, utilizzando la rete degli altri Gruppi d'Acquisto per avere informazioni circa i produttori e privilegiando per gli acquisti alimentari le certificazioni Biologico o Biodinamico, che però solo in parte contribuiscono a farci decidere circa l'acquisto finale.
Per questo il GAS Valcomino sceglie spesso produttori locali che pur non essendo certificati (magari per gli eccessivi costi imposti dagli enti certificatori) ci garantiscono il rispetto di quei valori per noi non contrattabili (es. rispetto dell'ambiente, dei lavoratori, della salute pubblica, degli animali ed un metodo del tutto naturale di coltivazione o di allevamento).
Il tutto è piacevole ed utile soprattutto se i suoi componenti trovano nel GAS tante occasioni di spesa, così da ridurre al minimo la spesa "tradizionale" che ogni giorno si fa al supermercato. Così è importante che riusciamo a comprare tramite il GAS quanti più prodotti possibili tra quelli che servono alla nostra vita quotidiana.
Non sempre riusciamo ad ottenere prezzi "eccezionali" dai produttori e questo è dovuto anche al nostro ristretto quantitativo di ordini, ma anche a parità di prezzo rispetto alla distribuzione tradizionale preferiamo comunque questo tipo di spesa a negozi, mercati, centri commerciali, supermercati ecc.. perché teniamo più alla salute che al nostro portafogli, dal quale peraltro ora esce denaro che va effettivamente ed unicamente a chi ha coltivato, rischiato, sudato per ottenere quel prodotto.
Ci sentiamo soprattutto meno dipendenti dalle multinazionali che vogliono dominare il mercato, che impongono modelli che sono alla base dell'economia globale che provoca danni al pianeta e sottosviluppo per i suoi abitanti.
Acquistiamo dal nostro territorio tutti i prodotti che qui riusciamo a trovare, previa visita dell'azienda ed approfondimenti circa la "credibilità" e lo spessore etico e morale dei suoi componenti.